Prima vacanza al mare con il tuo cane: cosa fare?

vacanza al mare con il tuo cane

Indice

Che tu sia un pianificatore nato o un “tipo dell’ultimo minuto” avrai sicuramente pensato a come gestire le vacanze con il tuo amico a quattro zampe. Mare, montagna o lago?

Se la scelta è ricaduta sul mare, certamente è bene preparare il tuo cane al meglio per affrontare questa nuova esperienza. Portare il cane al mare, può essere sicuramente un’esperienza divertente, ma richiede attenzione e preparazione affinché sia anche sicura e che faccia sentire il tuo cane a suo agio.

Ecco alcuni consigli per goderti al meglio la vacanza al mare con il tuo cane.

Preparazione prima della partenza

Il processo di preparazione alla partenza è fondamentale per far sì che la vacanza al mare con il tuo cane sia ottimale.

Già in fase di prenotazione, ti consigliamo di scegliere una località con una spiaggia dog-friendly dove i cani sono ben accetti, altrimenti la spiaggia e il mare potrebbero essere off limits per il tuo cane. Informati anche sulle regole locali sia al mare che negli altri spazi della località, come l’uso del guinzaglio e la gestione dei rifiuti.

Alcune spiagge offrono anche aree dedicate ai cani, con servizi aggiuntivi come docce e zone d’ombra.


Prima di partire per la vacanza al mare con il tuo cane, prenota una visita dal veterinario per un controllo. Assicurati che sia in buona salute per nuotare e giocare in spiaggia. Verifica anche che sia protetto contro parassiti come pulci e zecche (approfondisci l’argomento qui: https://cinofiliafacile.it/le-pulci-nel-cane-cause-sintomi-e-rimedi/). Chiedi al veterinario se è necessaria una crema solare specifica in base al suo pelo e alle sue esigenze.

Prevedi di avere con te tutto il necessario per rendere la sua vacanza al mare sostenibile e confortevole.

  • Acqua fresca. 
  • Cibo.
  • Sacchetti igienici.
  • Un asciugamano. 
  • Un ombrellone o una tenda per l’ombra.
  • uno stuoino che lo isoli dal calore della sabbia o sassi
  • un tappetino rinfrescante
  • Una pettorina salvagente per cani, soprattutto se non è un nuotatore esperto. 
  • Non dimenticare i suoi giocattoli preferiti per rendergli l’esperienza più divertente.

Un’attenzione particolare la devi riservare a introdurre gradualmente il cane all’acqua, prima di andare al mare, se non ha mai nuotato prima.

Lo puoi portare in un lago, un piccolo fiume o una piscina per cani. Fagli prendere confidenza con l’acqua in modo graduale, usando giochi e premi per rinforzare ogni suo progresso ad entrare e a nuotare correttamente.

Vediamo spesso nei film che nuotare per i cani è intuitivo e istintivo, ma non è sempre così, soprattutto per un cane che non ha avuto alcun approccio con l’acqua “profonda”.

Il processo di adattamento può richiedere tempo. Non dare per scontato che il cane si abituerà immediatamente all’acqua: muoviti per tempo e porta spesso il tuo cane in piscina o al lago fino a che non avrà preso confidenza con l’acqua.

Prima esposizione all’acqua

Quando arrivi in spiaggia, lascia che il cane esplori l’ambiente circostante al guinzaglio. Avvicinalo all’acqua lentamente, permettendogli di annusare e bagnarsi le zampe senza forzarlo. Se sembra a disagio, non insistere e prova a passeggiare o giocare con lui vicino all’acqua per aumentare la sua fiducia.

Se il tuo cane sembra stressato o spaventato, mantieni la calma in modo da rassicurarlo. Offri premi e lodi per ogni piccolo progresso. Non forzare mai il cane a fare qualcosa che lo rende troppo ansioso: potrebbe essere necessario più tempo per abituarsi all’ambiente acquatico.

Se il cane decide di entrare in acqua, sorveglialo sempre. Non tutti i cani sanno nuotare bene, quindi la pettorina salvagente può offrire una sicurezza in più. Evita che nuoti troppo lontano e fai attenzione alle correnti e alle onde. Puoi usare una longhina per questo, meglio ancora se fatta con una corda nautica che galleggia, invece di sprofondare.

Il sole e il caldo possono essere pericolosi per i cani.
I cani a pelo corto o raso, con mantello chiaro e pelle rosa sono quelli più predisposti alle scottature.

Utilizza la crema solare specifica sulle zone prive di pelo: naso, bocca, addome, punta delle orecchie e base della coda. Anche i cuscinetti plantari dei cani sono molto sensibili al caldo: sabbia e scogli “scottano” al punto tale da ustionarli. Applica sui polpastrelli un’apposita pomata che li protegga e ne impedisca la disidratazione.

Inoltre, evita sempre le ore centrali ossia quelle più calde, se non vuoi correre il rischio che il cane sia vittima di un colpo di calore o di una insolazione.

Dai al tuo cane pause regolari per riposare all’ombra e reidratarsi. L’attività fisica intensa e il caldo possono stancare rapidamente il tuo cane, quindi assicurati che abbia abbastanza tempo per rilassarsi.

Per il tuo cane è anche il primo viaggio in auto? Ecco come prepararlo al meglio: https://cinofiliafacile.it/cane-in-macchina/

Altri consigli utili per la vacanza al mare con il tuo cane in sicurezza

Anche per i cani vale la regola: non fare il bagno dopo mangiato?

Se il tuo cane ha mangiato poco prima di arrivare al mare, calcola i tempi di digestione. Tuffandosi in acqua immediatamente dopo aver mangiato, il cane può incorrere in problemi legati a cattiva digestione.

Attenzione poi al bere acqua di mare. L’ingestione di acqua salata provoca vomito e diarrea. Se il cane nuotando ha inghiottito acqua di mare, fagli bere acqua dolce, in modo da diminuire la concentrazione salina nel corpo. Molti cani lo fanno per inesperienza la prima volta che vanno al mare, ma poi tendono ad abituarsi da soli a non farlo. Se così non fosse fagli fare entrate in acqua più brevi e frequenti in modo da aiutarlo a non bere quantitativi di acqua salata eccessivi.

Dopo la vostra giornata al mare, ricordati sempre di rimuovere accuratamente la salsedine del mare: la salsedine causa, infatti, dermatiti e secchezza del pelo. Fallo con una doccina a base di acqua dolce

Stessa cosa vale per la sabbia.
Quando esce dall’acqua o dalla doccia, avvolgi il tuo cane nell’asciugamano e non permettergli di rotolarsi ovunque, riempiendosi di sabbia.

La sabbia nel naso del cane, negli occhi e nelle orecchie, può provocargli seri danni: a furia di strofinarsi per rimuoverla, potrebbe graffiarsi.

Conclusione

Con una preparazione adeguata e un’introduzione graduale, il tuo cane può godersi la sua prima vacanza al mare in totale sicurezza. 

Osserva attentamente il suo comportamento e adatta le attività alle sue esigenze per garantirgli un’esperienza positiva.

Come per tutti i cambiamenti, per la vacanza al mare con il tuo cane armati di pazienza: il tuo cane amerà condividere con te anche questa esperienza ma solo dopo un periodo di adeguamento.

Passato l’ostacolo iniziale… buon divertimento!

Potrebbe Interessarti anche: